Le recensioni online e i tradizionali criteri di classificazione alberghiera

Una rivoluzione nella classificazione delle strutture ricettive?

Recentemente l’organizzazione mondiale del turismo (UNTWO) ha pubblicato un report di estrema attualità: “Online Guest Reviews and Hotel Classification Systems – An Integrated Approach” (Le recensioni online degli ospiti e i sistemi di classificazione alberghiera – un approccio integrato). Nel documento si prende in considerazione l’ipotesi di fondere i due indicatori più importanti per valutare le strutture ricettive: la tradizionale classificazione a stelle con il punteggio ottenuto nelle recensioni online degli ospiti.

Lo studio, realizzato in collaborazione con l’ente Norwegian Accreditation, ha l’obiettivo di ridurre sempre più il gap tra le aspettative degli ospiti e le loro reali esperienze di soggiorno. Per questo scopo si è pensato di utilizzare i dati delle recensioni online.

I contenuti generati dagli utenti negli ultimi anni hanno acquisito un importanza fondamentale, poichè influenzano fortemente il comportamento di acquisto del consumatore. Prima di prendere la decisione finale di prenotazione, i consumatori visitano in media 14 diversi siti web effettuando almeno 9 sessioni di ricerca sui motori. I tradizionali criteri di classificazione alberghiera mantengono comunque la loro importanza dal momento che vengono utilizzati nel processo di filtraggio degli Hotel sui portali. Le recensioni degli ospiti aiutano invece il consumatore nell’effettuare la scelta finale escludendo le possibili alternative. Pertanto entrambi i criteri hanno un ruolo importante nell’influenzare il processo di acquisto, ma ciascuno agisce in modo diverso.

La UNWTO cerca di colmare il divario tra i due criteri. Secondo il report, prendendo in considerazione la sfera digitale e social e quindi le recensioni online degli ospiti, è possibile ottenere risultati positivi sia dal punto di vista del revenue che della soddisfazione dei consumatori.

Per concludere, le recensioni degli ospiti darebbero alla classificazione alberghiera “oggettiva” quella componente “soggettiva” ed emozionale. Per questo ha senso aggiornare i criteri di classificazione delle strutture ricettive, riducendo significativamente il gap tra le attese e le esperienze vissute dagli ospiti.

Leggi qui il report completo >>

Quali sono le aspettative dei tuoi ospiti? Scopri in una dimostrazione gratuita come ottenere più recensioni e avere sempre sotto controllo la tua reputazione online!
>> Free Demo

5 years Customer Alliance

In 2014, Customer Alliance celebrates its five years of existence!
That is a good reason to pop the corks and to review an exciting time shaped by some ups and downs! And we shall go on writing a success story…

At summer temperatures, our team, which has grown up to 55 people by now, celebrated Customer Alliance’s five years existence with great pomp. Of course, there was a nice barbecue as well as a lot of drinks…

Customer Alliance
Customer Alliance
Customer Alliance
Customer Alliance
See more pictures of our party on Instagram!

Milestones on the path of Customer Alliance

2009: Founding of the company as CAM Customer Alliance Management UG by Moritz Klussmann, Torsten Sabel and Chanyu Xu.

2010: First prototype, first pilot customers and first 3 Team members hired.

2011: Mountain Super Angel and High-Tech-Gründerfonds invest into Customer Alliance.

2012: Customer Alliance becomes official Partner of the German Hotel Association (IHA) and expands throughout Germany.

2013: Customer Alliance becomes market leader in Germany and expands to France.

2014: Expansion to Benelux. First month that French team overtakes German team in terms of new signed customers (almost becoming market leader on the French market).

Further goals for this year:
Enlarge our team from 50 people (at the start of 2014) up to 70!

Vision:
Become market leader on a european scale concerning Hotel Reputation Management and Online Marketing.