Report Excel per catene alberghiere migliorati

Excel chain reports

In quanto manager responsabile del successo di un hotel o di una catena, hai certamente necessità di monitorare la tua presenza e la reputazione online. Grazie ai report Excel per catene alberghiere migliorati hai sempre sott’occhio la performance delle tue strutture!

Per questa ragione il nostro software di gestione della reputazione online a 360°  ti consente con un solo login di accedere alle informazioni riguardanti tutti i tuoi hotel. L’interfaccia per le catene ti permette infatti di analizzare la performance di tutte le strutture che fanno parte del gruppo – in maniera singola oppure comparata.

Fatti e numeri

Ammettiamolo, conoscere i “fatti” e i “numeri” della tua attività è cruciale. Un report dettagliato e strutturato in maniera chiara riguardante l’opinione dei tuoi ospiti è proprio quello che fa al caso tuo. La nostra funzione report ti consente di esportare i tuoi indicatori chiave di performance (KPI) basati sulla Brand Reputation dell’hotel, e i grafici relativi ai parametri e al periodo di tempo selezionato.

Ma c’è di più..

Il nostro obiettivo è perfezionare continuamente la nostra reportistica. Per questa ragione sono state apportate nuove modifiche che tengono in considerazione le richieste di voi albergatori. I report excel pensati per le catene o i gruppi dispongono adesso di ulteriori funzioni, offrono maggiori informazioni, risultati più chiari e una migliore visione d’insieme. Il tutto consentendoti un notevole risparmio di tempo.

Excel chain reports

Cosa c’è di nuovo?

La panoramica nei tuoi report Excel mostra il numero di recensioni e il rating medio, di tutto il gruppo oppure di ciascuna struttura, considerato il periodo di tempo selezionato. La tavola “Ulteriori Statistiche” si presenta adesso come una panoramica del rating di ciascun sottocriterio. Puoi trovare il valore relativo alla media generale nella riga in basso e nell’ultima colonna e comparare, quindi, la performance del singolo hotel con la media.

La performance del tuo gruppo, visualizzabile in “Ulteriori Statistiche”, non ti consente solo di avere una panoramica immediata circa la soddisfazione degli ospiti, bensì ti mostra quale catena o membro del gruppo sa meglio interpretare le necessità del cliente e quale, invece, può avere bisogno di assistenza. Lo scopo è quello di prevenire un calo dell’indice di soddisfazione generale del cliente.

D’ora in avanti, troverai i report allineati anche in verticale. In questo modo, il tuo gruppo sarà strutturalmente visualizzato su un’unica linea e i report saranno mostrati nello stesso ordine. Che cosa aspetti? Dai un’occhiata alla panoramica di tutti i tuoi hotel: Vai alla sezione “Report” del tuo backend!

Non conosci ancora la nostra soluzione e ti interessa migliorare la tua reputazione online? Contattaci per una dimostrazione gratuita!


Importazione dati degli ospiti

Invita i tuoi ospiti a lasciare una recensione in pochi click!

CSV upload

Abbiamo significativamente migliorato la funzione per l’importazione dati degli ospiti. Invitare i tuoi ospiti a lasciare una recensione post-soggiorno sul tuo hotel è diventato ancora più semplice.

Cosa c’è di nuovo?

Innanzitutto non c’è più bisogno di convertire il documento Excel con la lista degli ospiti in un file CSV prima di importare i dati. Oltre a un file CSV, ora è possibile caricare direttamente un file Excel nel tuo backend. E questo è già un traguardo importante per tutti coloro che non sapevano da che parte cominciare per convertire i loro file Excel.

CSV upload

Oltre a questo abbiamo migliorato la funzione di importazione nel suo complesso, permettendoti di caricare anche un file dati non formattato alla perfezione. La funzione importa ospiti ti consente di inserire in una volta sola una grande quantità di dati. Prima dovevi controllare che il file caricato contenesse esattamente 5 colonne con le informazioni relative al nome, il genere, l’indirizzo email, la lingua e la data di partenza dei tuoi ospiti.

La funzione migliorata di importazione degli ospiti prevede l’inserimento delle stesse informazioni, ma non solo, ti consente di caricare un file Excel o CSV che presenta fino a 30 colonne riconoscendo autonomamente le informazioni utili contenute nel file. In questo modo non è necessario modificare i dati in anticipo.

CSV upload

Importazione ospiti 2.0

La funzione di importazione degli ospiti è stata anche velocizzata, consentendoti di risparmiare tempo prezioso. In questo modo ti basteranno solo un paio di click per mettere in moto il processo di invito dell’ospite a recensire la tua struttura.

Dai un’occhiata e prova subito la nuova funzione di importazione nella sezione “Ospiti” del backend!

Non conosci ancora la nostra soluzione e ti interessa migliorare la tua reputazione online? Contattaci per una free demo!

 

New player enters Online Travel Business – What to expect from Amazon’s new Hotel Bookings Service?

customer-alliance-booking-possibilities-amazon

Heading for new shores…

With the launch of their new online hotel bookings service Amazon Destinations, the world’s biggest online retailer has entered the online travel business. Amazon Destinations, part of the Amazon Local site, is looking to capture the niche market of short-term local getaways. Clever as always, Amazon has chosen to venture into an area which, up till now, has been largely overlooked by its competing booking sites. A choice all the more clever considering the current travel trends, with their emphasis on authenticity and adventure travel.

Their new venture is all over the news, but so far, Amazon Destinations is focused solely on travellers in the United States and only offers hotel breaks in the Pacific Northwest, California and the Northeast. Most of the 150 hotels currently listed on Amazon Destinations are in close proximity to New York, Los Angeles and Amazons company base, Seattle. The product focuses on independent properties, with some larger brand names here and there.

To date, Amazon has kept quiet about whether or not – not to mention how much – commission they would charge Hotels for rooms booked through their service. But since an Amazon spokesman described the service as “competitive” with such Online Travel Agents as Expedia.com and Booking.com, it is to be assumed that commission rates will be between 10% and 25%.

Additional competition – a chance for hotels?

With the rising distribution costs charged by the main Online Travel Agents, hoteliers are desperate to lead customers directly to their websites for commission-free direct bookings. And while it becomes increasingly important that hotels regain their independence from the Online Travel Agents in the long-run, a first step towards a detachment might be made now. (Find out why it is so important for hotels to stay independent. Click here to read our Blogpost about the implications of Booking.com’s anonymization of guest email addresses!)

Numerous hotels have voiced their approval of Amazon’s new online hotel bookings service. Because let’s face it, Expedia and Priceline’s Booking have only strengthened their position of monopoly in recent years and will undoubtedly keep growing in the near future. Adding competition will stir up the market and hoteliers are hoping to eventually get more for the commission they are paying.

What do you think? Do you agree that the current Online Travel Agents position of monopoly damages the hospitality industry? And do you welcome Amazon’s new hotel booking service as long needed competition?

 

– All questions that will surely keep the industry talking in the future!

While a competitive market for Online Travel Agents is invaluable for the hotelier, becoming independent from those external booking portals is equally important.
This is why Customer Alliance is launching Booked – our very own booking engine, designed to help hoteliers more easily convert website visits into commission-free direct bookings with an integrated Booking Widget.

Be courageous like Amazon, and sign up for our exclusive Booked Beta Test here:

 

Booking.com cripta gli indirizzi email degli utenti

Riusciranno i nostri albergatori a mantenere un briciolo di controllo sui dati dei loro ospiti?

Vi sarà forse giunta notizia dei drastici cambiamenti apportati in casa Booking.com. Infatti la società del Priceline Group d’ora in avanti renderà inaccessibili agli hotel gli indirizzi email dei loro ospiti. Secondo la OTA più famosa al mondo la misura dovrebbe tutelare la privacy degli ospiti, ma di fatto impedisce agli hotel di accedere ad una risorsa fondamentale per cercare di disintermediare: gli indirizzi email degli ospiti.

La notizia è stata annunciata attraverso un’email ufficiale inviata agli albergatori che promuovono i loro servizi tramite la OTA affermando che l’anonimato dei dati garantirà una protezione aggiuntiva dagli attacchi informatici, tutelando quindi sia le strutture ricettive che i consumatori finali.

Ma quali sono le conseguenze per gli hotel?

Rendendo inaccessibili i dati degli ospiti, Booking.com non farà altro che aumentare ulteriormente la dipendenza delle strutture ricettive dal suo Extranet, impedendo agli hotel interessati di portare la comunicazione con gli utenti al di fuori del portale di viaggi e precludendo loro la possibilità di ottenere prenotazioni dirette.

Naturalmente gli hotel potranno comunque continuare a comunicare con gli ospiti attraverso il software di Booking.com, ma a differenza di quanto avveniva in precedenza, gli indirizzi email saranno cifrati e quindi sarà impossibile inviare comunicazioni altrove.

Privare gli hotel di questi dati potrebbe rappresentare un danno significativo poichè nessuno nega che sia importante aumentare la sicurezza online, ma è altrettanto innegabile che possedere i dati degli ospiti sia fondamentale per gli hotel per mantenere un contatto con la propria clientela.

Quali sono i nuovi scenari che si aprono per le strutture ricettive?

Gli hotel dovranno dotarsi di tutti quegli strumenti che gli permettano passo dopo passo di guadagnarsi la propria indipendenza. Investire tempo e risorse nei propri canali ufficiali è sicuramente la scelta migliore. Parliamo di ottimizzazione SEO del sito web e di un valido booking engine che aumenti le conversioni sulla propria homepage. La strada da percorrere sembra in salita ma mettendocela tutta la soluzione per disintermediare è a portata di mano!

Che aspetti? Trasforma il tuo sito ufficiale in una fonte di prenotazioni dirette. Come? Te lo mostriamo noi in pochi minuti.

Richiedi una Free Demo!