Da RevPAR a GOPPAR: l’importanza dei KPI per gli hotel

articles aprile, 2018

Da RevPAR a GOPPAR: l’importanza dei KPI per gli hotel

Oggi gli hotel manager devono tenere in considerazione molti indicatori di prestazione. Parliamo spesso di RevPAR, come è giusto che sia, ma c’è un’altra variabile che si sta dimostrando uno strumento formidabile, che contribuisce a stabilire la redditività e la produttività degli stabilimenti, nota come GOPPAR (Gross Operating Profit Per Available Room) ovvero il profitto operativo lordo per camera disponibile.

In un precedente articolo, ti abbiamo raccontato i segreti di RevPAR e TrevPAR, due metriche di prestazione che fanno parte del lavoro quotidiano dei revenue manager. Il GOPPAR non si concentra esclusivamente sui ricavi generati dalle camere, ma tiene conto del profitto complessivo, nonché dei costi che possono influenzare la redditività di un hotel.

E infatti, se ci si pensa, il RevPAR può aumentare da solo nel tempo se viene applicata una buona strategia di gestione delle entrate. Tuttavia, la redditività dipende dai costi che bisogna sostenere. Questi potrebbero includere un aumento dei prezzi dei fornitori, i costi per coprire il lavoro di ristrutturazione dell’hotel o un aumento dell’affitto.

GOPPAR nella realtà

L’hotel è qualcosa di più di semplici stanze poiché esistono altri servizi a disposizione degli ospiti: ristorante, bar, centro benessere, sale conferenze…
Naturalmente queste strutture consentono di generare entrate che devono essere prese in considerazione al fine di ottenere l’immagine più accurata possibile del guadagno. Nel paragrafo precedente abbiamo menzionato anche alcuni potenziali costi di gestione che si possono incontrare.

Quindi, per ricapitolare: al fine di calcolare il GOPPAR, è necessario elaborare il profitto operativo, che comprende da un lato le entrate generate dall’alloggio e dagli altri servizi e dall’altro i costi connessi a queste operazioni. Una volta ottenuto questo risultato bisogna dividere la cifra per il numero di camere disponibili.
In termini più concreti, ecco come elaborare il GOPPAR per l’hotel:

Numero di camere 60
Periodo considerato 365
Numero di camere disponibili annualmente 21900
Revenue generata da ciascun reparto:
Camere (in base a un prezzo medio di vendita compreso tra €80 e €90/notte per un tasso di occupazione annuo medio dell’80%) 1 500 000 €
Ristorante/ servizi di catering(colazione, servizio in camera, bar…) 800 000 €
Altri reparti (MICE, spa & fitness…) 200 000 €
Totale revenue 2 500 000 €

Adesso diamo un’occhiata ai costi sostenuti per offrire questi servizi:

Alloggio (in base alle spese fino al 20% delle entrate generate dagli alloggi) 300 000 €
Servizi di ristorazione/catering (in base alle spese fino al 40% dei ricavi dei servizi di ristorazione/catering) 320 000 €
Altri reparti 60 000 €
Spese totali 680 000 €
Gross operating profit (GOP) 1 820 000 €
GOPPAR 83

Hai visto un’analisi semplificata di come si calcola GOPPAR. Naturalmente, ci sono una serie di sotto-criteri per i ricavi generati così come per le spese.

Valutare la redditività su base regolare dà l’opportunità di identificare i punti di forza e quelli di debolezza. Per esempio, perché il ristorante sta diminuendo la propria redditività di anno in anno? È a causa di un investimento fatto per migliorare le strutture della cucina o a causa di una diminuzione del numero di coperti? Per quanto riguarda le camere, potresti rimanere piacevolmente sorpreso nel vedere che le entrate, al contrario delle spese, hanno visto un forte aumento, che è sicuramente il risultato della realizzazione di una strategia prezzi coerente e della corretta gestione delle camere vendute attraverso le OTA.

Al fine di ottenere una visione complessiva e andare oltre, bisogna analizzare la tua reputazione online. È aumentata insieme al GOPPAR? Chiediti se gli investimenti fatti per rinnovare l’hotel hanno avuto un impatto positivo sulla tua reputazione con i clienti. Non c’è da stupirsi se una crescita della reputazione porta ad un aumento dei prezzi e di altri indicatori che ne derivano. Ci sono diversi modi per misurare le prestazioni dell’hotel, tra cui l’ADR (prezzo medio giornaliero) e RevPOR (entrate per camera occupata). A seconda delle dimensioni del locale, le camere disponibili, i servizi che si hanno da offrire e naturalmente i costi coinvolti nel funzionamento operativo complessivo dell’hotel, bisogna esaminare accuratamente questi dati per massimizzare l’efficienza dell’hotel.

Come appena accennato, la vostra reputazione online può indirettamente aiutare a migliorare il GOPPAR. Ma come? Effettuando i calcoli che abbiamo delineato, è possibile identificare se una qualsiasi delle operazioni rallenta di anno in anno. Purtroppo, queste cifre non possono dire se l’occupazione è scesa a causa di lenzuola di qualità scadente o se la diminuzione degli ospiti a colazione è dovuta al fatto che non c’è un buffet caldo. Le recensioni normali dei clienti possono, tuttavia, contribuire a dirigere l’attenzione verso eventuali problemi evidenziati.

Tutti questi indicatori sono quindi collegati e devono essere analizzati seriamente per poter capire non solo quali sono i vantaggi competitivi, ma anche la causa di qualsiasi carenza.

Vuoi saperne di più? Contattaci compilando il form che trovi di seguito! I nostri esperti saranno felici di offrirti una consulenza gratuita e aiutarti a migliorare la tua reputazione online.